Scritto da Marcello il 23/04/2018

Aspetto grafico

Questa storia si concentra, come potete notare, sul disegnare cinquanta volte gli stessi personaggi (con qualche differenza, magari, nel grado di definizione). Non ho fatto partecipare, che so, personaggi Disney o vecchie spade del nostro retaggio cartoonesco. Ma questo non è stato casuale. Volevo infatti sviscerare quello che si poteva fare con due personaggi fatti con quattro linee e tre ovali. E sono contento, che vi devo dire… Inoltre, se osserverete meglio, qua e là ci sono rimandi diretti o indiretti ad altri stili, da cui ho attinto senza ritegno e contegno (si potrebbe dire “hai copiato”, ma questo tema l’ho già svolto, vedi “La Rabbia di Zero” sempre su ‘sto sito). Inoltre ci sono anche alcuni errori di coerenza: devo essere sincero non me ne fregava nulla di fare lo stesso personaggio sempre con le maniche lunghe o corte, quindi troverete personaggi prima con la manica poi senza, ma sti cazzi voglio dire..

Storia

Invece una cosa degna di nota è la storia. Qua si gioca con la definizione di “reale”. Non voglio fare di certo la retorica del “il telefonino ci ha cambiato la vita”, “internet è una nuova forma di conoscenza”, “ommioddio il confine tra reale e virtuale sta diventando più sottile” ecc. Indubbio è però che questa consapevolezza aumentata (chiamatela come vi pare) ha danneggiato non poco anche dentro l’essere umano. In un certo senso infatti questa cultura della realtà è così corrosiva da arrivare ad intaccare (distorcere e/o dissolvere) cose di ben altra natura, facendo ingenti danni allo spirito umano. Fine della litania.

5 risposte a “Linee, scalate e idealizzazioni fottute”

  1. Bello vederti evolvere attraverso i disegni e l’introspezione psicologica dei personaggi.
    Vedo proprio una biografia che va stendendosi su queste tavole; è sempre molto interessante vedere come arrivi a raccontare il cuore della questione in modi sempre nuovi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2017 Le mie tasche
Web hosting - Ecowebhosting