Scritto da Marcello il 26/11/2017

Tutti avete visto Saw, il film in cui la gente si risveglia dentro un lurido bagno umido. Bene, io mi sono chiesto, seguendo questa matrice, cosa sarebbe successo se personaggi eterogenei di fumetti (serie) diversi(e) fossero chiusi dentro una stanza molto sporca (non ho optato per un bagno, non mi andava di disegnare trenta volte un water) senza nessuna apparente spiegazione? Ora, lungi da me voler fare un fumetto in cui la gente si taglia varie parti del corpo, questo espediente alla Saw mi serve invece per mettere a confronto ‘sti tipi diversi. Quindi no-splatter ma molta “pop-psicologia”.

Ma soprattutto, il lavoro che avete appena letto è un tributo a Zerocalcare che mi ha, come tutti sapete, ispirato nella creazione di questo mio fumetto. Per evitare situazioni tipo “ma lo hai proprio copiato” o “chissà cosa direbbe lui se vedesse ‘sto fumetto” oppure “ma guarda che non puoi fare personaggi di altri fumetti, è plagio”, sono andato ad una presentazione di Zero e ‘sto fumetto gliel’ho proprio dato in mano. Quindi se c’era uno che si doveva incazzare era lui (di fatto ancora non so la sua reazione alla lettura, anche se mi ha detto che mi farà sapere).

Bene così…

5 risposte a “La rabbia di Zero – Personalità”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2017 Le mie tasche
Web hosting - Ecowebhosting